Home Internet & Social Network Heartbleed, Far West in Rete

Heartbleed, Far West in Rete

4 minuti di lettura
0
69

Le presentazioni, purtroppo, sono superflue, visto che il bug, oltre ad avere già fatto ampiamente parlare di sé, sta ora creando non pochi e banali problemi alle sale server di mezzo mondo. Possiamo allora concluderne che Heartbleed, questo il nome del ricercato numero uno in Rete, sia, a oggi, il malware più pericoloso e dannoso che sia mai stato creato e messo in circolazione. Proprio così. Perché se Stuxnet, illustre predecessore che nel 2010 bloccò i laboratori iraniani dove gli scienziati stavano lavorando all’arricchimento dell’uranio per la bomba atomica di Teheran, circoscriveva la propria azione al mondo militare, con il bug scoperto qualche giorno fa da un gruppo di ricercatori finlandesi e americani in forza a Codenomicon e Google in pericolo è l’esistenza stessa del concetto di sicurezza informatica.

Voi vi sentireste a posto sapendo che in giro per la Rete esiste un codice malevolo in grado di disabilitare il protocollo OpenSsl, ovvero quel sistema, riconoscibile dalla sigla Https riportata all’inizio degli Url, che serve a proteggere i contenuti dei nostri siti Web, ma anche i codici delle carte di credito e delle password che ogni giorno digitiamo sulle tastiere? Noi no, ed è per questo che ci limitiamo a prendere atto, al netto di qualche riserva, delle rassicurazioni inviate fino a oggi dai bersagli più illustri del virus, tra cui Facebook, che assicura di aver risolto ogni vulnerabilità.

Di seguito lo stato attuale dei principali siti protetti dalla tecnologia OpenSSl:

 

Google –  Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Facebook  –  Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Instagram  –  Falla risolta. Raccomandato cambio password

YouTube  –   Falla risolta. Raccomandato cambio password

Yahoo!  –   Falla risolta. Raccomandato cambio password

Amazon   –    Non era vulnerabile

Wikipedia  –   Falla risolta. Raccomandato cambio password

LinkedIn   –  Non era vulnerabile

eBay   –   Non era vulnerabile

PayPal   –   Non era vulnerabile

Twitter   –   Non era vulnerabile

Chase   –   Non era vulnerabile

CNET  –    Non era vulnerabile

CBSSports  –   Non era vulnerabile

Blogspot   –   Falla risolta. Raccomandato cambio password

Bing   –   Falla risolta. Raccomandato cambio password

Live   –     Falla risolta. Raccomandato cambio password

Pinterest   –  In attesa di risposta

Tumblr    –   Falla risolta. Raccomandato cambio password

WordPress   –  In attesa di risposta

Imgur    –   In attesa di risposta

MSN     –   Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Microsoft    –   Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Flickr    –    Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Blogger    –  Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Googleusercontent.com  –  Falla risolta.  Raccomandato cambio password

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Cyber Aware. Tu lo sei?

Cyber Aware. Tu lo sei? Sei veramente cyber aware? Sarebbe bello che tu lo fossi! CyberAwa…