Home Reti & Mobile VPN Zero Trust. I vantaggi.

VPN Zero Trust. I vantaggi.

5 minuti di lettura
0
383
VPN Zero Trust.
VPN Zero Trust. La VPN nelle aziende moderne.

VPN Zero Trust. Nelle aziende moderne, la rete privata virtuale (VPN) è diventata uno strumento ampiamente utilizzato e fondamentale per il lavoro remoto. Offre connettività ai dipendenti che lavorano da casa o da luoghi fuori sede. Secondo Cybersecurity Insiders, il 93% delle aziende utilizza VPN e il 41% utilizza 3 o più gateway server VPN.

Problemi e Sfide.

Nonostante l’uso diffuso, le VPN presentano problemi e sfide. Maggiore latenza, jitter, perdita di pacchetti. Obiettivi questi privilegiati per gli attacchi informatici. A causa della mancanza di alternative migliori, le aziende hanno accettato questi compromessi. Ecco di seguito alcune delle problematiche.

Modello obsoleto di controllo degli accessi basato sul perimetro.

Le VPN si basano su un modello di sicurezza basato sul perimetro, in cui gli utenti si connettono alla rete aziendale tramite tunneling attraverso un gateway sicuro. Una volta all’interno della rete, gli utenti spesso dispongono di ampi privilegi di accesso in base alla posizione o al ruolo della rete, presupponendo che chiunque all’interno della rete possa essere considerato attendibile.

Mancanza di granularità dell’accesso.

Le VPN garantiscono l’accesso a livello di rete, il che significa che una volta che un utente è connesso, ha accesso all’intera rete come se fosse fisicamente presente in ufficio. Questa mancanza di granularità dell’accesso può comportare rischi significativi per la sicurezza, poiché gli utenti potrebbero accedere inavvertitamente o in modo dannoso a risorse sensibili.

Posizione di sicurezza inadeguata.

Le VPN autenticano gli utenti principalmente durante la connessione iniziale, ma potrebbero non valutare continuamente il livello di sicurezza dei dispositivi o degli utenti connessi. Una volta autenticato, un utente può potenzialmente spostarsi lateralmente all’interno della rete senza ulteriori controlli, rendendo difficile rilevare e rispondere in modo efficace alle minacce alla sicurezza.

Architettura di rete inefficace.

Le VPN vengono implementate all’interno di un’architettura di rete tradizionale, in cui la rete aziendale è spesso considerata una zona affidabile e i controlli di sicurezza sono concentrati sul perimetro. Questo approccio può lasciare le organizzazioni vulnerabili alle minacce interne e potrebbe non proteggere adeguatamente dagli attacchi informatici avanzati.

Esperienza utente debole.

Le VPN portano a un’esperienza meno user-friendly a causa della necessità di stabilire e gestire le connessioni. Gli utenti potrebbero riscontrare problemi di configurazione, interruzioni della connessione e latenza, che possono influire sulla produttività e frustrare i lavoratori remoti.

Mancanza di capacità di condivisione file.

Le VPN non forniscono funzionalità di condivisione file. Sono necessari prodotti e soluzioni aggiuntivi, il che comporta costi aggiuntivi e potenziale complessità nel fornire funzionalità di condivisione di file.

Costi elevati.

I costi non riguardano solo il servizio VPN acquistato da, ma includono anche le sfide di gestione ad esso associate. Le VPN richiedono uno sforzo continuo per mantenere la propria sicurezza e funzionalità, il che può aumentare in modo significativo il costo complessivo dell’utilizzo di questa tecnologia.

Nella prossima puntata vedremo quali sono le sfide gestionali continue da affrontare in una VPN. Vuoi approfondire la conoscenza di Fileflex? Consulta la nostra pagina: https://bludis.it/prodotto/fileflex-enterprise/

Contattaci per maggiori informazioni! Chiama lo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Reti & Mobile

Leggi anche

Formazione aziendale. Facile con NetSupport School!

Formazione aziendale. Facile con NetSupport School! Formazione aziendale. Nel panorama att…