Home Internet & Social Network Sanità, attenti a quel forum

Sanità, attenti a quel forum

2 minuti di lettura
0
620

Il Garante Privacy mette gli occhi anche sui siti che si occupano di offrire consulenza medica e sui forum di confronto sul tema salute. Il verdetto? E’ pollice verso per l’ecosistema sanità nella sua declinazione web: tutti i siti che trattano della materia dovrebbero inserire “avvertenze di rischio” per l’utente, affinché possa essere maggiormente consapevole della possibile divulgazione di informazioni relative alla propria situazione salutare e ad eventuali patologie di cui è affetto.

Ebbene, tutti i gestori di siti simili sono chiamati a presentare all’utente una specifica avvertenza che metta in guardia sull’effettiva possibilità di essere facilmente identificabili dal pubblico della Rete. Il Garante invita, quindi, tutti gli utenti a tenere alta l’attenzione e a porre il piede sul freno quando si tratta di parlare delle proprie patologie online. Non finisce qui e il Garante rafforza ulteriormente il monito invitando i gestori dei siti ad avvertire una volta in più i frequentatori, che saranno, quindi, tenuti a barrare una casella come prova inequivocabile della presa visione dell’avvertenza.

Per ogni iscrizione una spiegazione, e i siti dovranno anche rendere noti agli utenti gli scopi per i quali vengono richiesti i dati in fase di registrazione, circa la modalità con cui saranno trattati, sul periodo di tempo in cui verranno conservati nei database e sull’eventuale diritto dell’utente di cancellarsi in ogni momento. Doppio giro di chiave, tutte le informazioni acquisite non potranno essere cedute per alcun motivo a terzi e protetti dalle migliori soluzioni di sicurezza.

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Identity Protection. Easy with okta!

Identity Protection. Easy with okta! Okta consente di gestire questi casi tramite l’…