Home Internet & Social Network Garante della privacy, proteggimi tu!

Garante della privacy, proteggimi tu!

2 minuti di lettura
0
705

A  pochi giorni dallo scandalo sul massiccio spionaggio delle attività sul web dei cittadini statunitensi,  il Garante della Privacy si riunisce e ridiscute le norme sulla protezione dei dati personali  degli utenti. “Cerchiamo una bussola diversa nell’uso di strumenti che altri paesi usano come strumenti di oppressione. Quello che è emerso in questi giorni in America era prevedibile.

È dal 2001 che le autorità americane si riservano la possibilità di accedere agli archivi telefonici e ai provider di Internet, per un sistema diffuso di sorveglianza indiscriminata e generalizzata. Si previene il terrorismo entrando nella vita di milioni di persone”, ha spiegato Antonello Soro, presidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali.

L’obiettivo di oggi è quello di stabilire regole che garantiscano la sicurezza statale, ma che scongiurino l’indebita divulgazione dei dati protetti da privacy, cercando, inoltre, di giungere alla realizzazione di una strategia congiunta con le altre Autorità europee. Il presidente Soro non si dimentica nemmeno dei grandi colossi del web come Google, divenuti ormai principali  intermediari tra produttori e consumatori, e avanza una proposta chiara e decisa: i dati personali degli utenti non possono diventare di proprietà di chi li raccoglie. Nuove forme di comunicazione e scambio sociale stabiliscono nuove emergenze: basti pensare che solo nel corso del 2012 le sanzioni amministrative riscosse dal Garante ammontano a 4 milioni di euro, pari a 578 violazioni circa l’eccessiva conservazione dei dati degli utenti.

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Comunicazione integrata. Come ottenerla per una azienda moderna!

Comunicazione integrata. Come ottenerla per una azienda moderna! La pandemia ha solo accel…