Home Internet & Social Network Google Glass, a Seattle è allarme privacy

Google Glass, a Seattle è allarme privacy

3 minuti di lettura
0
772

Sapevamo che prima o poi il problema sarebbe venuto a galla.  Ma non pensavamo certo in maniera così eclatante.  Ѐ notizia di qualche giorno fa, infatti, che un ingegnere di Google, tale Nick Starr, a passeggio per le vie di Seattle per testare l’efficacia dei famigerati Google Glass, è stato scacciato in malo modo dal Lost Lake Cafè & Lounge per essersi rifiutato, dopo pressante invito da parte del proprietario, di togliersi il futuristico gadget dagli occhi e disattivarne le funzioni.

Chiara la protesta del gestore del famoso locale, sulla cui pagina Facebook è poco dopo apparsa la seguente dichiarazione: “Abbiamo dovuto chiedere a un cliente molto sgarbato di uscire e allontanarsi dal nostro locale a causa della sua insistenza a indossare e ad attivare i Google Glass all’interno del ristorante. Con questo strumento, infatti, riteniamo che sia molto facile finire per fotografare o filmare altre persone senza il loro permesso.  Se qualcun altro si presenterà dotato del gadget, saremo costretti ad allontanarlo immediatamente.  E non iniziate con la storia trita e ritrita dei vostri diritti”.  Già.  Perché questa in fondo è la questione che nasce di fronte a strumenti come gli occhiali magici di Google.  Dove finisce la libertà di una persona e comincia quella di un’altra? Come si stabiliscono e si decidono i confini? Nick Starr, e tutta la squadra di Big G, hanno gioco facile a difendersi sostenendo che tutte le normative per la sicurezza degli utenti sono rispettate, come per esempio il divieto, immediatamente ufficializzato, di scaricare e utilizzare applicazioni che si basino sul riconoscimento facciale.  Ma possiamo mai fidarci della buona fede di una promessa? Soprattutto, riuscirà il colosso di Mountain View a spuntarla con un osso duro come il Garante della Privacy europeo?

  • Canale Sicurezza - Judy Malware

    Judy, clic falsi su Android

    Sfrutta il business dei clic sui banner pubblicitari. E l’ingenuità dei giovani utenti. Si…
  • Canale Sicurezza - android

    Per Google Android è sicuro

    Android è sicuro. Almeno secondo la casa madre Google. L’ultimo report dedicato alla sicur…
  • Canale Sicurezza - Tesla App Android

    Con Android rubi una Tesla

    Tesla-Android, un binomio che non funziona. Cos’altro si potrebbe dire quando si scopre ch…
Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Comunicazione integrata. Come ottenerla per una azienda moderna!

Comunicazione integrata. Come ottenerla per una azienda moderna! La pandemia ha solo accel…