Home Internet & Social Network Google: 8,5 milioni di dollari per aver rivelato le parole chiave

Google: 8,5 milioni di dollari per aver rivelato le parole chiave

2 minuti di lettura
0
701

Di nuovo Google. Il gigante della ricerca online torna a far parlare di sé.  Non stupisce che il nome del colosso venga accostato alla tematica “violazione della privacy” in Rete e non stupisce nemmeno che tenti di risolvere la questione offrendo un bel gruzzoletto.

Accusata di aver violato la privacy degli internauti, BigG avrebbe, infatti, già messo sul piatto 8,5 milioni di dollari per porre rimedio all’accusa per la riservatezza dei netizen. L’offerta si propone, inoltre, di pagare le spese legali di quanti nel 2010 hanno denunciato il “Re del web”. Secondo gli accusatori pilotati da Paloma Gaos, infatti, il motore di ricerca si sarebbe macchiato della colpa di fornire ai siti di destinazione di ricerca le parole chiave digitate dagli utenti. L’accusa della Gaos è chiara: le url che BigG genera quando fornisce i risultati comprendono la query digitata dall’utente. Piatto ghiotto per gli strateghi del marketing, la pratica del colosso violerebbe la privacy degli utenti. Come ha spiegato Paloma Gaos  “i dati sono trasmessi a terzi senza che l’utente lo sappia o abbia acconsentito, il tutto allo scopo di aumentare le entrate pubblicitarie e il profitto”. Il caso è ora passato sotto la lente di ingrandimento della Corte californiana. Nel frattempo Google promette maggior trasparenza  e 8,5 milioni di dollari per riparare all’ “errore”. Saranno abbastanza?

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Security Policies. 10 must have!

Security Policies. 10 must have! Information security policy (ISP). Da molti è percepito c…