Home Internet & Social Network Pirateria informatica: 114 miliardi di dollari in fumo

Pirateria informatica: 114 miliardi di dollari in fumo

1 minuti di lettura
0
344

Secondo il risultato di uno studio globale di IDC “The Dangerous World of Counterfeit and Pirated Software”, commissionato da Microsoft, i costi della contraffazione dei software nel mondo hanno assunto dimensioni da capogiro. Dall’indagine condotta in 10 paesi come USA, UK, Germania, Cina, Brasile, India, Russia, Messico, Polonia e Thailandia con interviste a oltre 2.300 tra consumatori e responsabili CIO e IT emerge che non solo vengono bruciati 114 miliardi di dollari, ma a questi ne vanno aggiunti altri 22 per le attività di individuazione e di ripristino dei sistemi. Infatti, sono elevate le possibilità che i software contraffatti (provenienti da Internet o da reti P2P) portino con sé codici maligni che espongono ad un altro rischio di infezione sia dei Pc domestici che quelli aziendali.

Se in media il tasso di pirateria si posiziona intorno al 33%, nel nostro paese la tendenza è molto più marcata e raggiunge livelli del 48% con una perdita di 1,4 miliardi di euro per l’industria del software.

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

E-mail Archiving. Come migliorarlo.

E-mail Archiving. Come migliorarlo. Gli esperti prevedono che entro la fine del 2021 verra…