Home Internet & Social Network Corea del Nord: ci sarà un Musudan informatico?

Corea del Nord: ci sarà un Musudan informatico?

2 minuti di lettura
0
674

L’agenzia sudcoreana Yonhap riferisce che Pyongyang ha spostato due missili Musudan sulla costa orientale del paese e Seul e Washington portano il livello di allerta allo stadio 2 che nel linguaggio militare significa che la situazione comincia ad essere seriamente preoccupante. Questi missili hanno una capacità di portata di 4.000 chilometri, sufficienti a raggiungere il Giappone, la Corea del Sud e l’isola di Guam che appartiene agli Stati Uniti. Dunque, King Yong-Un, il giovane leader nordcoreano sembra non aver nessuna intenzione di bloccare i test
nucleari e di alleggerire la tensione tanto che da oggi ha fatto anche chiudere l’ingresso al valico di confine di Dandong tra i più importanti punti di collegamento con la Cina. Cosa si sta profilando? Una guerra reale o psicologica?

Per fermare l’avanzata, qualsiasi essa sia, non è entrata in partita solo la mediazione della politica internazionale. A chiedere di smettere sono anche gli hacker. Noto è l’attacco dei primi di aprile da parte di Anonymous verso numerosi siti web e profili di Twitter e Facebook della Corea del Nord. E’ stato hackerato anche il profilo Flickr del sito del sito Uriminzokkiri, nel quale è stato messo il manifesto “Wanted” con un fotomontaggio con l’immagine di Kim-Jong-Un trasformata in un maiale con un topolino tatuato sul ventre.  Ma  anche per la Corea del Nord la guerra non solo è per aria o per terra, infatti è stato da poco confermato che dietro il cyber-attacco del 20 marzo scorso, che ha paralizzato tre importanti istituti bancari ed emittenti della Corea del Sud, ci sia un’azione premeditata di Pyongyang.

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Aule Didattiche. Al Top con Netsupport!

Aule Didattiche. Al Top con Netsupport! NetSupport School è la soluzione leader nella gest…