Home Reti & Mobile GDPR. E se la mia rete venisse violata?

GDPR. E se la mia rete venisse violata?

4 minuti di lettura
0
136
GDPR.

GDPR. E se la mia rete venisse violata?

Il 25 maggio si avvicina rapidamente e le aziende hanno bisogno della tecnologia e dei processi giusti per essere compliant al GDPR. Si stanno preparando per l’applicazione del regolamento generale sulla protezione dei dati dell’UE (GDPR). O meglio, dovrebbero prepararsi!

Il GDPR è un grosso problema e, senza la tecnologia e i processi giusti, l’azienda potrebbe essere esposta al rischio di enormi multe (oltre ai costi ingenti di investigazione, perdita di affari e danni alla reputazione).

Nel 2017, il 58% delle violazioni registrate erano il risultato di un attacco da parte di una parte esterna o di un malware.

I cyber criminali impiegano una vasta gamma di tecniche per penetrare nelle reti, dagli attacchi di phishing allo sfruttamento di vulnerabilità note alla forzatura di password RDP. Una volta all’interno della rete, è possibile implementare malware sofisticati che identificano e esfiltrano dati sensibili, come documenti finanziari e medici e altre informazioni personali.

Anche un attacco ransomware di successo – uno in cui i tuoi file sono criptati e tenuti in ostaggio fino al tuo pagamento – è considerato una violazione. Per far fronte a questo, c’è bisogno di sicurezza multi-layer e pronta a fermare una vasta gamma di tattiche.

GDPR. Difesa in profondità

La migliore difesa consiste nel bloccare il malware nel perimetro della rete prima che raggiunga i tuoi dispositivi. Un prodotto come Sophos XG Firewall è un’ottima front line per contrastare questo problema. Naturalmente nessun software è infallibile e un prodotto da solo non garantisce la massima sicurezza. Una sicurezza più approfondita è garantita anche da una protezione più efficace sugli endpoint.

Con oltre tre milioni di nuove forme di malware create ogni giorno, l’antivirus classico non è più sufficiente da solo. Una soluzione come Sophos Intercept X e la sua tecnologia anti-ransomware e anti-exploit permette di identificare il malware in base al suo comportamento piuttosto che alla sua firma garantendo maggior sicurezza agli endpoint.

Nonostante i server contengano i dati più sensibili di un’azienda, spesso vengono trascurati dal lato sicurezza. Sophos Server Protection offre funzionalità essenziali per la sicurezza dei dati sui server. Protezione anti-ransomware che impedisce la crittografia dei dati, funzionalità anti-exploit che chiude i vettori di attacco comunemente usati, applicationlist che impedisce agli utenti di utilizzare, erroneamente, apps perisolose.

Ti interessa avere maggiori informazioni sulla suite completa di prodotti Sophos? Visita la nostra pagina http://www.bludis.it/sophos/ . Se invece vuoi avere subito informazioni di carattere tecnico o commerciale contattaci allo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Reti & Mobile

Leggi anche

Mobile Banking. Usarlo in modo sicuro.

Mobile Banking. Usarlo in modo sicuro. Il modo in cui svolgiamo le nostre operazioni banca…