Home Reti & Mobile Video Calls. Come proteggerci.

Video Calls. Come proteggerci.

6 minuti di lettura
0
397
Video Calls.

Video Calls. Come proteggerci.

I governi di tutto il mondo hanno chiesto alle persone di lavorare il più possibile da casa per limitare la diffusione del virus Covid-19. Di conseguenza, è aumentato l’utilizzo dei servizi di videoconferenza per gestire riunioni virtuali tra colleghi. Anche le famiglie si stanno riunendo online per rimanere in contatto utilizzando gli stessi strumenti.

Ma come ogni sistema che diventa improvvisamente popolare, gli hacker hanno rivolto la loro attenzione alle piattaforme di videoconferenza. Alcuni vogliono rubare informazioni mentre altri vogliono solo causare problemi. Ecco qualche consiglio su come proteggersi.

Video Calls. Zoombombing.

Zoombombing ovvero quando una persona non invitata dirotta una videoconferenza. A volte “ascoltano” inosservati nel tentativo di rubare le informazioni sensibili in una discussione. Altri interrompono deliberatamente la riunione, facendo rumori o mostrando immagini offensive per turbare gli altri utenti.

Per impostazione predefinita, alcune app come Zoom consentono a chiunque di condividere il proprio schermo, togliendo il controllo dall’ospite della riunione. Il modo più semplice per prevenire lo zoombombing è regolare le impostazioni per disabilitare la condivisione dello schermo “pubblica” prima dell’inizio della riunione.

Quando si invitano persone a una videochiamata, non condividere pubblicamente il collegamento alla riunione. Se il tuo link è condiviso sui social media o su altri siti Web pubblici, chiunque può fare clic per aderire.

Video Calls. End-to-end Encryption.

Spesso si parla di questioni molto delicate. Se le informazioni dovessero diventare pubbliche, potrebbe essere un problema serio.

Il modo migliore per impedire che informazioni sensibili vengano esposte o rubate è attraverso la crittografia. Quasi tutte le app di videochiamata offrono in genere un certo grado di crittografia per impedire agli hacker di interrompere le chiamate in corso. Tutto ciò che è memorizzato nel servizio, come registrazioni o immagini, tuttavia non gode dello stesso livello di crittografia. Se il fornitore di servizi può accedere a tali registrazioni, lo stesso può fare chiunque (teoricamente).

L’unico modo per proteggere tutto è attraverso la crittografia end-to-end. Ciò garantisce che le tue chiamate siano protette e che qualsiasi cosa salvata sia accessibile solo da te e dalla tua famiglia.

Apple FaceTime è attualmente l’unico servizio clienti che offre la crittografia end-to-end completa per le videochiamate. Questo lo rende l’opzione più sicura per le tue conversazioni familiari sensibili.

Video Calls. E se non ho iPhone?

FaceTime è disponibile solo su dispositivi Apple. Su cosa possono fare affidamento invece gli utenti Android e PC?

 

È importante notare che sebbene Zoom sia fortemente criticato, molti degli stessi problemi sono presenti anche in altri servizi. Google Hangouts, Facebook Messenger, Skype – tutti potrebbero essere violati da determinati hacker.

Una alternativa è Signal. Questa app “ultra sicura” funziona su telefoni Android e PC Windows ed è progettata per autodistruggere i messaggi in pochi minuti dalla lettura. E sebbene sia mirato alla messaggistica istantanea, puoi anche effettuare videochiamate utilizzando l’app. Il rischio che le informazioni vengano rubate dall’app Signal è relativamente piccolo.

Video Calls. Zoom improving.

In riconoscimento delle attuali critiche, Zoom ha appena acquistato una società chiamata Keybase. Keybase è specializzato nella crittografia dei messaggi e Zoom prevede di utilizzare quella tecnologia per integrare la sicurezza end-to-end nel proprio servizio. Le chiamate saranno sicuramente molto più sicure una volta completata l’integrazione.

Come con qualsiasi servizio online, è necessario considerare attentamente le informazioni condivise prima di effettuare la chiamata. Se non puoi essere certi che l’app sia sicura, non condividere informazioni delicate durante la chat.

Proteggi la tua privacy e sicurezza con i prodotti Panda Security: https://www.bludis.it/panda/

Se vuoi informazioni di carattere tecnico o commerciale contatta gli specialisti di Bludis allo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Reti & Mobile

Leggi anche

Improving Productivity. Come facciamo?

Improving Productivity. Come facciamo? Abbiamo detto nei precedenti articoli che è importa…