Home Internet & Social Network Scandalo vigili Roma, è un cyber attacco

Scandalo vigili Roma, è un cyber attacco

2 minuti di lettura
0
694

Sicurezza informatica, il danno che non ti aspetti: come reagireste infatti se veniste a sapere che lo scandalo dei vigili di Roma altro non è che l’esito nefasto delle operazioni di calcolo errate eseguite da un software sotto attacco hacker dalla Russia su un registro inevitabilmente alterato, che annoverava impiegati andati in pensione da un pezzo o addirittura defunti?

Ma tant’è. E la colpa è del livello assolutamente insufficiente di protezione delle infrastrutture informatiche della nostra Pubblica amministrazione.

Ѐ quanto emerge, in particolare, dal Rapporto 2014 sulla cyber security nazionale, recentemente realizzato dall’Università La Sapienza di Roma e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio.

L’analisi, condotta su un campione di oltre 200 Pa centrali e periferiche, mostra quanto sia scarsa non solo la qualità delle soluzioni di sicurezza di cui uffici e strutture pubbliche sono dotati, ma anche, a priori, il livello di consapevolezza degli utenti coinvolti, circa il rischio di cyber attacchi affrontato quotidianamente.

Per citare qualche numero, solo 22 amministrazioni centrali su 42 raggiungono oggi un punteggio sufficiente rispetto ai livelli di difesa e alla consapevolezza del rischio.

68 Comuni tra i 79 interpellati, infine, hanno mostrato una situazione infrastrutturale definita inaccettabile dagli analisti responsabili della redazione del report.

I soliti luoghi comuni sulla scarsa reattività del settore pubblico alle sfide poste dall’Ict? Può darsi, ma è innegabile il margine di azione che si offre agli operatori specializzati. E non dimentichiamo che il premier ha definito il 2015 l’anno della Pa digitale.

 

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Comunicazione integrata. Come ottenerla per una azienda moderna!

Comunicazione integrata. Come ottenerla per una azienda moderna! La pandemia ha solo accel…