Home Internet & Social Network Malware, arriva l’assicurazione

Malware, arriva l’assicurazione

3 minuti di lettura
0
208

Malware, pishing, spam, botnet. Chiamatele come volete, fatto sta che oggi quelle informatiche sono minacce a tutto tondo, che attentano all’integrità dei sistemi informatici tanto domestici quanto aziendali e che sono entrate di forza nell’immaginario degli utenti It. Esperti e profani. Indifferentemente.

E quando un rischio riguarda una massa più o meno estesa di potenziali vittime, ecco farsi avanti una compagnia di assicurazioni. Per quale motivo per l’automobile sì e per il proprio laptop no?

Ѐ appunto la riflessione che, tutte assieme, hanno compiuto diverse case assicurative nel mondo, che ora sono in grado di offrire ai clienti polizze anti malware garantite contro i furti di identità e di dati finanziari, la violazione della privacy e le insidie per la reputazione celate all’interno dei social network.

Certo non si tratta di beneficienza: stime eseguite dagli stessi responsabili delle compagnie hanno calcolato in 445 miliardi di dollari l’ammontare globale del danno causato, ogni anno, dalle operazioni di cyber crime.

Un bel capitale, da cui le assicurazioni contano di ricavare buone marginalità, considerato che attualmente le polizze sottoscritte fruttano circa 2 miliardi di dollari di guadagni.

Come sempre quando in gioco è l’inventiva, l’Italia è in prima fila.

Il gruppo Generali, infatti, sotto l’etichetta “Connected Family”, propone ai propri clienti una soluzione di garanzie relative all’utilizzo delle piattaforme social ed e-commerce, che include il rimborso in caso di uso improprio di Internet da parte di soggetti minori.

A seguire, Axa Mps, che attraverso “Cyber Risk” offre una polizza 100% sicurezza: assistenza e rimborso delle spese legali, rimozione dei contenuti lesivi dai social network, ripristino dell’affidabilità creditizia in caso di furto d’identità.

Nel pacchetto, inoltre, è prevista l’attività di “flooding”; quando viene lesa la reputazione online di uno o più individui assicurati, gli esperti dell’assicurazione provvedono a inondare la rete con un fiume di contenuti finalizzati a ristabilire l’equilibrio e la verità.

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Internet & Social Network

Leggi anche

Data Exfiltration. Combatterla con ObserveIT.

Data Exfiltration. Combatterla con ObserveIT. Recentemente, la NSA ha scoperto che uno dei…