Home Reti & Mobile Identity Theft. 5 modi per scoprire se ne sei vittima.

Identity Theft. 5 modi per scoprire se ne sei vittima.

5 minuti di lettura
0
761
Identity Theft.

Identity Theft. Continuano i furti di identità.

Nonostante i significativi progressi delle tecnologie di sicurezza e la consapevolezza generale della criminalità informatica, il numero di casi di furto di identità continua a crescere. Secondo Experian, specialista in credit scoring, 179 milioni di persone hanno subito il furto di dati personali lo scorso anno e il 32% di loro è diventato vittima di un furto di identità.

Sfortunatamente, confermare che sei vittima di un furto di identità non è sempre facile o ovvio. Più a lungo il ladro non viene individuato, più denaro possono rubare, creando altri problemi.

Il problema è che non è sempre facile capire se qualcuno sta usando la tua identità illegalmente. Ecco alcune cose che puoi verificare.

Identity Theft. Unexpected transactions.

Devi controllare regolarmente le transazioni bancarie e della carta di credito, cercando qualcosa di insolito, in particolare pagamenti che non ricordi di aver fatto. Non sono solo le transazioni di alto valore che devi vedere. I criminali effettuano spesso un piccolo pagamento per verificare che i dati della carta rubata funzionino correttamente prima di effettuare acquisti più ingenti o di svuotare il conto bancario.

Identity Theft. Unexpected bills & invoices.

La tua identità rubata può essere utilizzata per impostare conti di credito con rivenditori e istituti di credito. Una volta che la fatturazione ha inizio, i documenti saranno inviati via e-mail, pronti per il pagamento. Se si riceve una fattura che non si riconosce, è necessario segnalarlo immediatamente al rivenditore. Assicurati solo che la fattura sia legittima, non una e-mail di phishing, prima di fare clic su qualsiasi link.

Identity Theft. Richieste di password reset.

All’inizio del processo di furto di identità, gli hacker proveranno a compromettere tutti i tuoi account online. Se non riescono a indovinare le tue password, potrebbero provare a reimpostarle. Riceverai un numero di e-mail di reimpostazione della password che non hai mai richiesto. Se si utilizza l’Autenticazione a due fattori per l’accesso, riceverai anche messaggi imprevisti o notifiche push sul telefono.

Identity Theft. Chiamata dall’esattore.

La cosa peggiore è ricevere una chiamata per un conto non pagato su un acquisto che non hai mai fatto. Devi controllare immediatamente cosa è avvenuto, il tuo conto e avvisare l’esercizio di cosa sta avvenendo. Devi inoltre presentare una denuncia alla polizia il prima possibile.

Identity Theft. Conclusioni.

Gli hacker e i criminali informatici stanno diventando sempre più sofisticati con i loro attacchi. I truffatori si rivolgeranno in primo luogo ai negozi e alle banche online, ma i tuoi stessi dispositivi sono a rischio di pirateria informatica.

Per proteggere meglio te stesso, assicurati di utilizzare un “caveau virtuale” per proteggere le informazioni personali riservate che potrebbero essere utilizzate per frodi sull’identità. Questi depositi virtuali utilizzano software antivirus per bloccare bot di malware e sono crittografati per tenere lontani gli hacker.

Scopri come proteggere i tuoi dati con i prodotti Panda Software, consulta la nostra pagina: http://www.bludis.it/panda/

Se vuoi avere maggiori informazioni di carattere tecnico o commerciale contatta gli specialisti Bludis allo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Reti & Mobile

Leggi anche

High Risk Users. Come gestirli.

High-Risk Users. Come tenerli a bada. Dopo aver acquisito familiarità con gli scenari più …